Obesità causa di infarto ed ictus

11 Mar

Dimmi come ti muovi e

ti dirò come stai!

E’ accertato che fare attività fisica costantemente tutti i giorni fa bene alla salute. Ma esistono vari modi per fare movimento e così è stato appurato che fare almeno 10.000 passi al giorno, oltre a farci stare meglio, ridurrebbe i rischi legati all’obesità, al diabete ed all’instaurarsi di malattie cardiovascolari.

In Svezia è stato fatto uno studio al Karolinska Institute di Stoccolma dal dottor Erik che sostiene: “La modalità di trasporto che prevede un contributo ‘attivo’ da parte degli utenti è probabilmente la nostra migliore scommessa per fare in modo che i soggetti a rischio infarto e diabete intensifichino l’attività fisica, visto che tutti impieghiamo comunque del tempo per gli spostamenti casa-lavoro e viceversa”.

Lo studio è stato pubblicato sull’International Journal of Obesity e l’abstrat lo trovate anche sul Notiziario della Comunità Europea.

Quindi la soluzione migliore sarebbe quella di tenere in tasca un pedometro o meglio accelerometro tridimensionale che può veramente contribuire a modificare il nostro status vivendi ed insegnarci un’educazione motoria che può contribuire ad allungare la vita.

Ecco alcuni accelerometri esistenti sul mercato

 

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: